TownHouse Duomo, Suite 11, Milano (Italia)

 

 

Milano, Italia

2014

ospitalità

disegno di interni e illuminazione


 

Il progetto è parte della trasformazione in 5 stelle lusso di una porzione dell’edificio monumentale posto sul lato nord di Piazza Duomo, per il quale sono stato chiamato a progettare una suite tipo al 3 ° piano, la Suite n ° 11.

Il progetto è caratterizzato dalla riduzione delle divisioni interne e dall'applicazione di geometrie semplici e lineari. Con l'unica eccezione della cabina wc, le dotazioni del bagno (lavabo, doccia e vasca) sono posizionate in una sorta di open-space, fluttuando tra pareti a specchio e porte in cristallo, e fondendosi quindi con l’area destinata a guardaroba. Tende bianche oscuranti e porte scorrevoli di cristallo fumé sono i soli elementi di separazione con il resto della suite, per recuperare simboli e rituali dell’antico "balneum" romano. Le superfici tattili (come il legno e la ceramica con superficie grezza) e i colori caldi creano uno spazio rassicurante, mentre le porte scorrevoli in cristallo e le superfici a specchio amplificano i volumi e lasciano giocare le viste. I rivestimenti ceramici presentano un formato magnum oversize, fino a 280 cm (i piani di posa sono stati condivisi con l’ufficio progetti di Florim per la difficoltà del lay-out). I mobili in legno, di Riva 1920, celebrano l’abilità artigianale italiana e donano allo spazio un’intimità domestica.

Non ci sono lussi e fasti, ma luci soffuse e calde, e mobili ridotti all'essenziale, che reinterpretano un tipico approccio milanese al progetto. In questo modo la spiritualità della cattedrale e la storia della sua piazza possono pervadere l'interno della suite, ispirando nell’ospite un senso di appartenenza e di pace interiore.

(photo Umberto Armiraglio, Fernando Arias)