TownHouse Duomo 21 – Suite 11
Milano
Novembre 2014 - marzo 2015

47 mq
ospitalità
interior and lighting design

Il progetto si colloca all'interno del recupero ad uso alberghiero 5 stelle lusso di parte degli edifici storici della Galleria Vittorio Emanuele II e dei portici Nord di Piazza Duomo a Milano. Il disegno della suite 311 si è focalizzato sulla riduzione delle divisioni interne e l'utilizzo di geometrie semplici e lineari. Le superfici tattili (come il legno e la finitura naturale della ceramica impiegata) e i colori avvolgenti danno luogo ad un ambiente intimo e domestico, mentre le superfici a specchio ed i cristalli amplificano i volumi e lasciano giocare le viste. L'allestimento è stato studiato per non distogliere l’attenzione dell'utente dall’affaccio della suite sulla piazza del Duomo, e dalla presenza della maestosa cattedrale. Senza lussi e senza fasti, con un’illuminazione tenue e calda e arredi ridotti all’essenziale, sono state ricercate le condizioni migliori perchè la spiritualità della cattedrale penetrasse all’interno degli spazi, ispirando nell’ospite un senso di appartenenza e di pace interiore

(Foto Umberto Armiraglio e Fernando Arias)

Il progetto si colloca all'interno del recupero ad uso alberghiero 5 stelle lusso di parte degli edifici storici della Galleria Vittorio Emanuele II e dei portici Nord di Piazza Duomo a Milano. Il disegno della suite 311 si è focalizzato sulla riduzione delle divisioni interne e l'utilizzo di geometrie semplici e lineari. Le superfici tattili (come il legno e la finitura naturale della ceramica impiegata) e i colori avvolgenti danno luogo ad un ambiente intimo e domestico, mentre le superfici a specchio ed i cristalli amplificano i volumi e lasciano giocare le viste. L'allestimento è stato studiato per non distogliere l’attenzione dell'utente dall’affaccio della suite sulla piazza del Duomo, e dalla presenza della maestosa cattedrale. Senza lussi e senza fasti, con un’illuminazione tenue e calda e arredi ridotti all’essenziale, sono state ricercate le condizioni migliori perchè la spiritualità della cattedrale penetrasse all’interno degli spazi, ispirando nell’ospite un senso di appartenenza e di pace interiore

(Foto Umberto Armiraglio e Fernando Arias)