Supréme Burger
Milano
Febbraio 2014 - luglio 2014

102 mq

Un piccolo locale in centro storico pensato con un format giovane per degustare a tavola o al banco il burger gourmet, come da ultime tendenze. All'interno degli spazi un tempo sede di una storica pasticceria, il progetto fa propria la loro pronunciata forma rettangolare, accentuandone ancora di più la profondità. I volumi dei banchi della cucina e del bar e i tratti neri su fondo bianco delle areazioni e dell'illuminazione a soffitto, così come la ripetizione seriale degli elementi accessori (tavoli, sedute, illuminazione), convergono verso il fondo del locale creando un effetto quasi cinematico. Le ampie vetrate della cucina ed il suo affaccio diretto su strada fanno si che il cuore pulsante del locale si mostri al pubblico indoor e outdoor in tutto il suo fermento. La scelta delle finiture, obbligata anche dal budget contenuto, avvalora il tema progettuale fondato sui concetti di genuinità e dinamismo, utilizzando materiali elementari come la lamiera di ferro, il vetro, il legno da cantiere fiammato a cannello e il cemento elicotterato a pavimento

(Foto Fernando Arias)

Un piccolo locale in centro storico pensato con un format giovane per degustare a tavola o al banco il burger gourmet, come da ultime tendenze. All'interno degli spazi un tempo sede di una storica pasticceria, il progetto fa propria la loro pronunciata forma rettangolare, accentuandone ancora di più la profondità. I volumi dei banchi della cucina e del bar e i tratti neri su fondo bianco delle areazioni e dell'illuminazione a soffitto, così come la ripetizione seriale degli elementi accessori (tavoli, sedute, illuminazione), convergono verso il fondo del locale creando un effetto quasi cinematico. Le ampie vetrate della cucina ed il suo affaccio diretto su strada fanno si che il cuore pulsante del locale si mostri al pubblico indoor e outdoor in tutto il suo fermento. La scelta delle finiture, obbligata anche dal budget contenuto, avvalora il tema progettuale fondato sui concetti di genuinità e dinamismo, utilizzando materiali elementari come la lamiera di ferro, il vetro, il legno da cantiere fiammato a cannello e il cemento elicotterato a pavimento

(Foto Fernando Arias)